sai fare la vera pizza napoletana

Sai fare la vera Pizza Napoletana? Scoprilo rispondendo a 4 semplici domande!

In Piatti & Ricette, Recensioni by AlessandroLascia un commento

Pizza Napoletana, un "nome" ed un "cognome" conosciuti in tutto il mondo. Sinonimo di qualità, freschezza, gusto e gioia di vivere.

Sai fare la vera Pizza Napoletana? Tutti sanno fare una pizza, almeno credono. Ma la vera Pizza Napoletana è altra cosa. E’ Sua Maestà LA PIZZA. Tanti sono i “trucchi” del mestiere, alcuni tramandati da generazioni ma assolutamente “segreti”, custoditi gelosamente da famiglie di pizzaioli napoletani. Vediamo di svelarne alcuni.

 

Sai fare la vera Pizza Napoletana: impasto coperto o scoperto?

L’impasto va coperto, altrimenti i panetti si seccano, perdendo umidità. L’impasto secco si lavora male, ed una volta cotto si evidenzieranno le cosiddette “croste”.

sai fare la vera pizza napoletana

Pizza con croste, in caso di panetto secco. Photo Credit: ItaliaSquisita.

Sai fare la vera Pizza Napoletana: impasto non lievitato o troppo lievitato.

L’impasto deve lievitare almeno 10 ore, ma non più di 18! In caso di scarsa lievitazione il panetto sarà duro e non si stenderà bene, sarà elastico. In fase di cottura dal punto di vista del cornicione sarà facile notare che questo non sarà “lievitato”. Anche la digeribilità della pizza sarà un problema… Nel caso invece in cui la lievitazione sia eccessiva il reticolo glutinico sarà tale per cui la pizza sarà sottile al centro ed “alta” al bordo. In fase di cottura la pizza sarà piccola e si sfalderà facilmente.

sai fare la vera pizza napoletana

Impasto non lievitato, il cornicione non “cresce”. Photo Credit: ItaliaSquisita

Sai fare la vera Pizza Napoletana: l’impasto va lavorato “freddo” o temperatura ambiente?

Se il panetto da lavorare è preso dal frigo (4 C°) ed immediatamente lavorato ci sarà difficoltà nel lavorarlo. Inoltre una reazione chimica degli amidi nella variazione di temperatura in fase di cottura, farà comparire una puntinatura nera. La cosiddetta “pizza a morbillo”!

sai fare la vera pizza napoletana

Se il panetto è freddo avremo la cosiddetta “pizza a morbillo”. Photo Credit: ItaliaSquisita

Sai fare la vera Pizza Napoletana: temperatura di cottura.

Se la temperatura del forno è troppo bassa, la pizza perderà umidità ed otterremo una “pizza biscottata”. Se invece la temperatura è troppo alta la pizza sarà “bruciata”. La temperatura ottimale del forno deve essere compresa tra 430 e 465 C°. Con questa temperatura la pizza cuoce in 60/90 secondi.

sai fare la vera pizza napoletana

In caso di forno troppo basso, avremo la cosiddetta “pizza biscottata”, per perdita di umidità in fase di cottura. Photo Credit: ItaliaSquisita

Sai fare la vera Pizza Napoletana: ingredienti e preparazione
  • 1l di acqua a temperatura ambiente
  • 50g di sale
  • 1g di lievito fresco
  • q.b. farina Caputo

“Ora che conosciamo tutti i trucchi ed i segreti, proviamo a fare la vera Pizza Napoletana! Una volta pesati gli ingredienti, versare l’acqua in un recipiente, sciogliere il sale, sciogliere il lievito uniformemente nell’acqua. Aggiungere la farina a pioggia, continuando a mescolare. Continuare ad unire la farina e ad incorporare aria. L’impasto prenderà consistenza, diventando elastico, resistente ma soffice. Ottenuta una palla liscia ed omogenea tagliatela in tante palline da circa 250 grammi, riponetele in un contenitore chiuso e lasciate lievitare per almeno 10 ore a temperatura ambiente. Ricordate che il tempo necessario può variare sensibilmente, a seconda che faccia caldo o freddo!” (tratto da “L’impasto base della pizza napoletana per Enzo Coccia”, su ItaliaSquisita).

sai fare la vera pizza napoletana

La perfetta Pizza Napoletana! Photo Credit: ItaliaSquisita

Non resta che mettersi alla prova! Buon appetito… 🙂

Credit: L’articolo è liberamente tratto dai video e dall’articolo “L’impasto base della pizza napoletana per Enzo Coccia”, su “ItaliaSquisita”.

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine EAT - Mondo Mangiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Sai fare la vera Pizza Napoletana? Scoprilo rispondendo a 4 semplici domande! ultima modifica: 2017-03-17T16:30:28+00:00 da Alessandro
The following two tabs change content below.
Curioso, curioso, curioso, iperattivo. Disponibile al confronto solo con esseri "pensanti", con chi è pronto a mettersi in gioco, disponibile a rivedere le proprie "certezze", con chi non si rifugia dietro un "Si è sempre fatto così...". Pregi? La curiosità. Difetti? La curiosità. "Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso." (Albert Einstein)
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento