View Post

“Volcanic Wines”: i vini del Vulcano

In Interviste, Recensioni by Raffaele2 Comments

Volcanic Wines? What are they??? Un’antica saggezza popolare in Tuscia recita: “Quando la montagna del Cimino fa cappa, correte che ecco l’acqua”. Ma quello di cui le antiche saggezze popolari non avevano tenuto conto è quando il Vulcano fa Cappello! Forse non serve sottolinearlo, ma questo è il momento dei vini del Vulcano. Ha fatto da testa di ponte l’Etna, che …

View Post

A Lecce la Puccia sa di olive e pampasciuli

In Itinerari enogastronomici, Piatti & Ricette, Prodotti by tamaraLascia un commento

Puccia = Puglia = Lecce. La prima volta che ho passeggiato per i vicoli di Lecce è stato come vedere il cielo per la prima volta. Di un azzurro così intenso da togliere il fiato, profondo ed impalpabile al tempo stesso. Capace di raccontare di un Mediterraneo che diventa Medioriente. Che parla griko in un’enclave linguistica che rivela un legame …

View Post

Lambrusco: la riscossa di un vino d’autore.

In Itinerari enogastronomici, Prodotti by RaffaeleLascia un commento

E finalmente la riscossa del Lambrusco d’autore. Tempo fa veniva definito la Coca Cola d’uva. Il successo quindi non gli è mai mancato, anche se a dirla con sincerità, non c’è molto onore nell’associare un vino alla nota bevanda scura. Bisogna dire però che il termine di paragone regge per ciò che riguarda le vendite: il Lambrusco, con i suoi 180 …

View Post

Ragù alla bolognese… Bologna la Grassa!

In Itinerari enogastronomici, Prodotti by tamaraLascia un commento

Ragù alla bolognese… Bologna la Grassa! Bologna la Dotta, la Rossa e la Grassa. Bologna cantata e fatata, “…una vecchia signora dai fianchi un po’ molli, col seno sul piano padano e il culo sui colli…”. Bologna nei toni graffianti di Guccini, “una provinciale Parigi minore, coi suoi mercati e i bistrot da rive gauche”. Bologna coi palazzi di pietra …

View Post

Slow Food e Expo: quale cibo per il futuro del pianeta?

In Interviste by tamaraLascia un commento

Se è vero che mangiare è un atto agricolo, allora vuol dire che il cibo buono, pulito e giusto, come sancito da Slow Food, è quanto di più lontano possiamo immaginare dall’industria alimentare. A ridosso di un’edizione dell’Expo caratterizzata da polemiche, scandali e mancati propositi, questo sarà l’argomento alla base di tutte le discussioni che verranno intavolate da qui ai …

View Post

Gragnano: l’insuperabile piccolo vino.

In Itinerari enogastronomici, Prodotti by RaffaeleLascia un commento

Gragnano: è “l’insuperabile piccolo vino”, per dirla alla Mario Soldati, che già negli anni ’40 aveva difficoltà a reperire un Gragnano vero. Ospitato dai Monti Lattari, Gragnano paese ma anche luogo vinicolo, era già conosciuto come insediamento agricolo fin dall’anno 89 a.C. e un secolo più tardi fu approdo di quegli esodati che nel 79 d.C. furono cacciati da Pompei, …

View Post

Cioccolato modicano: un assaggio dalla notte dei tempi

In Itinerari enogastronomici, Prodotti by tamaraLascia un commento

La prima volta che ho assaggiato il cioccolato modicano è stata una scoperta di quelle che ti segnano la vita: amore al primo sguardo, uno di quegli amori eterni che esistevano prima che tu lo sapessi e che continueranno fino alla notte dei tempi. Friabile, granuloso come se masticassi sabbia fine; dagli aromi infiniti che raccontano di spezie, di profumi, …

View Post

Pinot Noir. Fama e sottrazione.

In Itinerari enogastronomici by RaffaeleLascia un commento

Pinot Noir: nulla è come sembra. E’ il vino più insigne al mondo, la quintessenza dell’eno appassionato. E’ leggenda e mito. Eppure al primo incontro ravvicinato, il Pinot Noir spiazza totalmente, soprattutto per la sottrazione. Come spiegare allora la fama che lo precede? Impossibile, come impossibile è spiegare l’attrazione che un’opera come la Monnalisa esercita. Più che guerriero spavaldo è …

View Post

Montébore, il formaggio raro del Piemonte.

In Prodotti by AlessandroLascia un commento

Sembra una torta nuziale, ma non lo è. E’ raro, ma costa meno del platino…molto meno. Non lo produce praticamente nessuno, ma è un Presidio Slow Food. E’ un formaggio, viene dal Piemonte e si chiama Montébore. Il suo è un territorio di confine tra la Liguria a sud e la Lombardia a est; un lembo di terra, il Tortonese, …

View Post

Chardonnay di Borgogna nella sua dimora elettiva

In Itinerari enogastronomici by RaffaeleLascia un commento

Lo Chardonnay di Borgogna, uno dei vitigni più diffusi al mondo, capace di eclissare tutti gli altri bianchi della regione. Ancora Borgogna. Ma è arrivato il momento di scavare in profondità se vogliamo iniziare ad assaporare le sfumature che hanno reso epica questa parte di Francia. E lo Chardonnay qui è epopea. Chardonnay di Borgogna nella sua dimora elettiva Sicuramente uno …

View Post

Street Food a Firenze si dice Lampredotto

In Prodotti by AlessandroLascia un commento

Si scrive street food, perché la fonetica anglofona fa tanto cool, ma si legge CIBO DA STRADA. E anche cibo DI strada. Perché più di ogni altro è in grado di raccontare la storia della gente che ha popolato quelle vie, che le ha vissute e in molti casi le ha rese grandi. Iniziamo così un viaggio straordinario attraverso l’antropologia …

View Post

Pasqua e tipicità gastronomiche: tra simbolismi millenari e sapori

In Piatti & Ricette by tamaraLascia un commento

Pasqua e tipicità gastronomiche, tanto si è scritto, ma proviamo a vedere le cose sotto un’altra “luce”. La Pasqua, con i suoi riti millenari, i suoi sapori e i suoi simbolismi è di certo il culto più importante della fede cristiana, ma non sua prerogativa esclusiva. Il suo ancoraggio alla ritualità della Primavera, festeggiata già secoli prima dei fasti dell’Impero …

View Post

La Quaresima dello “strettissimo magro”. Conosci la tradizione?

In Piatti & Ricette by RaffaeleLascia un commento

E’ dal IV secolo che tutti i Cristiani osservano il calendario liturgico praticando digiuno e astinenza durante i giorni di magro, da sempre il mercoledì e il venerdì. Solo nel periodo della Quaresima la prassi penitenziale diviene veicolo catartico per la Pasqua, e i giorni di magro divengono quaranta; durante questo periodo era proibito mangiare carne, uova, latte e formaggi. …

View Post

Carciofi alla giudia: ecco la tipica ricetta romana

In Piatti & Ricette, Prodotti by AlessandroLascia un commento

I carciofi alla giudia sono un piatto tipico della cucina Laziale ed in particolar modo della città di Roma. Si narra infatti che il piatto sia stato inventato nel ghetto ebraico (da qui “alla giudia”), utilizzando il carciofo originario del Lazio (la mammola romana) nel periodo della ricorrenza del Kippur. Preparazione dei carciofi alla giudia: Per preparare i carciofi alla giudia …

View Post

Bruno Barbieri: il segreto del mio successo.

In Interviste by AlessandroLascia un commento

Bruno Barbieri, dalle stelle Michelin a Masterchef: chi è e qual’è il segreto del suo successo. Masterchef lo ha consacrato come star per il grande pubblico. Nonostante gli otto chili che gli lascia in regalo ad ogni edizione. Ma la fama internazionale nell’Olimpo della cucina l’aveva già toccata con le sue sette (dico 7!) Stelle Michelin. Prima di lui solo Gualtiero …