La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta

In Interviste, Piatti & Ricette by AlessandroLascia un commento

Oggi proponiamo una ricetta tipica romana, donataci dalla nostra cara Suor Rosalia, si tratta delle torta ricotta e visciole, buonissima e facile da cucinare!

La torta di Suor Rosalia è un dolce tipico romano, a base di visciole e ricotta. A Roma tutti si vantano di saper fare questo dolce.  Ma le versioni sono talmente tante e “contrastanti” che abbiamo deciso di andare alla “fonte”. Chiedendo la ricetta “originale”a Suor Rosalia, depositaria della tradizione gastronomica romana!

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta. Photo Credit: Dailymotion

Ma prima di scoprire come preparare la torta di Suor Rosalia, vediamo se conosci il segreto per riconoscere se è stata seguita la ricetta originale! Rispondi alla domanda e poi continua a leggere l’articolo e scopri se hai indovinato!

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta: prima regola

La vera ricetta della torta ricotta e visciole PRETENDE  che tra gli ingredienti vi siano le visciole! Niente confettura, men che mento “fantomatiche” creme di visciole. Solo visciole intere! Lo sapevate?

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta: seconda regola

La ricotta non deve essere di mucca, e nemmeno mista mucca/pecora. La ricetta romana tradizionale esige ricotta di pecora. E Suor Rosalia ci spiega anche il motivo. La ricotta di pecora è più “grassa” ed “asciutta” rispetto a quella di mucca. Questo fa si che meglio si leghi con le visciole e con il liquido che da queste fuoriesce..

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta. Photo Credit: Coquinaria

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta, ingredienti:

Per la frolla

  • 300 grammi di farina
  • 150 grammi di burro freddo
  • 150 grammi di zucchero
  • 3 tuorli
  • la scorza di 1 limone

Per il ripieno

  • 200 grammi di visciole
  • 400 grammi di ricotta di pecora
  • 140 grammi di zucchero
  • 2 uova
  • zucchero a velo
La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta. Photo Credit: Dolcisenzaburro

Preparazione della torta di Suor Rosalia
  1. Per preparare la frolla impastare tutti gli ingredienti, fino a formare un composto omogeneo. Una volta omogenizzato il tutto, mettere in frigo e coprire con pellicola. Lasciar riposare per circa 30 minuti.
  2. E’ ora il momento di preparare la crema, prendere la ricotta e aggiungere gli altri ingredienti, amalgamare il tutto.
  3. Stendere la pasta frolla nella tortiera, quindi versare la crema di ricotta. Con la pasta frolla eccedente preparare delle strisce e distenderle sulla crema. Le strisce devono essere in numero e di spessore sufficiente a ricoprire la torta quasi per intero.
  4. Infornare in forno pre riscaldato e cuocere a 170° per circa 40 minuti. A fine cottura, una volta raffreddata spolverare con zucchero a velo.
La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta: il segreto per scoprire se è la ricetta originale

Ma Suor Rosalia ci svela un ultimo segreto. Come riconoscere la “vera” torta ricotta e visciole? Questa torta se acquistata in pasticceria, avrà un aspetto “perfetto”. Se acquistata in forno avrà un aspetto un po’ più “artigianale”, ma se fatta in casa, da una vera depositaria della ricetta originale sarà un po’ bruciacchiata in superficie! Questo perchè la “crosta” di zucchero deve contrastare gli altri sapori più aspri (visciole) e forti (ricotta di pecora).

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta

La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta, ecco la versione originale, un po’ bruciacchiata in superficie. Photo Credit: Streatit

La torta, essendo composta con ricotta, non si mantiene a lungo, diciamo che va consumata entro 3-4 giorni al massimo. Se fa molto caldo è preferibile conservare la torta in frigorifero.

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine EAT - Mondo Mangiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
La torta di Suor Rosalia visciole e ricotta ultima modifica: 2017-04-22T07:21:31+00:00 da Alessandro
The following two tabs change content below.
Curioso, curioso, curioso, iperattivo. Disponibile al confronto solo con esseri "pensanti", con chi è pronto a mettersi in gioco, disponibile a rivedere le proprie "certezze", con chi non si rifugia dietro un "Si è sempre fatto così...". Pregi? La curiosità. Difetti? La curiosità. "Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso." (Albert Einstein)

Ultimi post di Alessandro (vedi tutti)

Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento