Conosci le differenze tra pollo, gallina, galletto, cappone?

In Consigli, Prodotti, Recensioni by AlessandroLascia un commento

Conosci la differenza tra la carne di gallina e quella di pollo? E tra il cappone ed il galletto?

Un articolo a dir poco curioso, ma utile. Almeno per me che lo scrivo, dopo che ieri sera si è aperta la discussione in famiglia sulla bontà del “galletto” rispetto al “pollo”. Ad un certo punto la domanda è sorta spontanea: “Ma perchè, scusate, qual è la differenza?”. Silenzio… fino a stamane, il dubbio aleggiava per la casa.

Differenze tra pollo, gallina, galletto, cappone

Galline in fuga è un film d’animazione del 2000 diretto dai registi Peter Lord e Nick Park, realizzato con la tecnica dello stop motion. Photo credit: Disney pixar

Differenze tra pollo, gallina, galletto, cappone

Chiariamo subito le “differenze”, che sono per lo più di sesso ed età, partendo dal pulcino (fonte: tuttosullegalline.it):

  1. pulcino, può essere maschio o femmina, da 0 a 7 giorni;
  2. pulcinotto, può essere maschio o femmina, da 8 a 40 giorni circa;
  3. pollo o pollastra (maschio o femmina), da 41 giorni circa fino all’età riproduttiva (è il gallo, o la gallina, giovane che ancora non hanno raggiunto la maturità sessuale), solitamente non supera 1,5 Kg;
  4. gallina, femmina, a partire dalla maturità sessuale (adulto della pollastra). E’ detta gallina ovaiola, quando inizia a fare uova dai 6 mesi fino ai 12 mesi e poi diminuendo progressivamente. E’ detta chioccia, quando cova le uova fino alla schiusa con la nascita dei pulcini;
  5. pollanca, femmina castrata mediante l’asportazione dell’ovaia prima che inizi a deporre le uova, come il cappone, è così destinata all’ingrasso.
  6. galletto, maschio, a partire dalla maturità sessuale fino a circa 6 mesi, è il maschio del pollo nell’età più giovane.
  7. gallo ruspante, maschio, a partire dalla maturità sessuale fino a circa 10 mesi, è il maschio del pollo nell’età intermedia.
  8. gallo, maschio, è il gallo ruspante, dopo i 10 mesi;
  9. cappone, maschio castrato all’età di circa due mesi, arriva fino a circa 2,5/3 kg (come la pollanca è infatti destinato all’ingrasso).
Differenze tra pollo, gallina, galletto, cappone

Sua Maestà il Gallo, il Re del pollaio. Photo Credit: tuttosullegalline

Proprietà e benefici della carne di pollo, di gallina, cappone, gallo, galletto

La carne di pollo (o della pollastra, ma da qui in poi non farà differenza, ormai siamo istruiti!) è bianca, magra, a basso contenuto di grassi, ad alto contenuto di proteine, vitamine e sali minerali. Il pollo, soprattutto il “petto di pollo”, è ricco di proteine (31 grammi ogni 100 grammi) che vanno a costituire la nostra massa muscolare. Spesso è infatti il piatto preferito di chi fa palestra!

La carne di pollo è inoltre ricca di minerali come calcio, fosforo e selenio, essenziali per la salute delle nostre ossa. Oltre ad essere una formidabile fonte di magnesio. Mentre la vitamina B6 svolge un importante ruolo di salvaguardia del cuore. Infine il brodo di gallina, quello della nonna, è un ottimo rimedio contro influenze e raffreddore. Il vapore caldo del brodo sembra essere un naturale decongestionante nasale.

Insomma ora che sappiamo tutto sul pollo, non ci resta che correre in cucina! Io ho il mio piatto preferito, tu?

Differenze tra pollo, gallina, galletto, cappone

Pollo arrosto con patate, il mio preferito, soprattutto se cucinato in forno al legna. Photo credit: Youtube.

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine EAT - Mondo Mangiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Conosci le differenze tra pollo, gallina, galletto, cappone? ultima modifica: 2017-08-31T11:34:21+00:00 da Alessandro
The following two tabs change content below.
Curioso, curioso, curioso, iperattivo. Disponibile al confronto solo con esseri "pensanti", con chi è pronto a mettersi in gioco, disponibile a rivedere le proprie "certezze", con chi non si rifugia dietro un "Si è sempre fatto così...". Pregi? La curiosità. Difetti? La curiosità. "Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso." (Albert Einstein)
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento