boccali birra

Birra chiara: 5 cose da sapere

In Prodotti by Redazione CuDriEcLascia un commento



Diciamolo chiaramente, la birra chiara è da sempre uno dei piaceri migliori che la vita ci riserva. Le sue caratteristiche principali le conosciamo tutti: è buona da gustare in compagnia o da soli, non fa distinzioni fra ricchi e poveri, ed il suo colore giallo riempe letteralmente di gioia le nostre vite. La birra è un dono che non ha età: ovunque si coltivino cereali, si spilla anche la birra. Non si sa esattamente chi l’abbia inventata, se la Mesopotamia o l’Egitto, ma poco importa: la birra chiara possiede tante altre cose da sapere, alcune delle quali davvero interessanti. Vediamo insieme le 5 cose più importanti da sapere sulla birra chiara.

 

birra chiara

Birra chiara, gioia per la vista e per il palato! (photo credits: cucinare.meglio)

Birra chiara: 5 cose da sapere: l’importanza della schiuma

Spesso si sente dire che la schiuma sia deleteria per la birra chiara: non è raro, infatti, andare a bere un buon bicchiere di nettare giallo e vedere chi la spilla eliminarne la schiuma, spingendola fuori con una paletta. È un errore che un mastro birraio non commetterebbe mai. La schiuma non solo non è indice di una scarsa qualità della birra, o di un servizio inefficiente, ma è addirittura una parte fondamentale: la schiuma, infatti, contribuisce a liberare la CO2 presente nella birra, costruendo una sorta di barriera naturale che la protegge dagli agenti esterni. Una birra senza schiuma è come una mela tagliata in due: impiega pochissimi minuti per guastarsi.

boccali birra

Boccali di birra con schiuma (photo credits: giveme5italy)

Birra chiara: il falso mito della birra chiara doppio malto

Un altro mito da sfatare riguarda la cosiddetta birra doppio malto: alle volte, insieme alla rossa, la birra chiara viene venduta come doppio malto, giocando sul fatto che chi la compra crede che sia migliore, e che sia più forte di una birra chiara normale. È falso: il termine ‘doppio malto’ esiste solo in Italia, e non riguarda il carico di alcool presente all’interno della birra, né rappresenta una garanzia di qualità. L’etichetta doppio malto, infatti, serve solo a stabilire l’accisa che il produttore dovrà versare allo Stato italiano: la prossima volta che andrete all’estero evitate di ordinarne una.

La birra chiara non fa ingrassare

Quando sentite dire ai vostri amici che la birra fa ingrassare, non dategli corda: bere una birra chiara non fa venire la pancetta, a meno che non se ne beva una quantità enorme. Come tutti gli alimenti e le bevande (alcoliche e non), la birra chiara va bevuta responsabilmente, senza esagerare con le quantità. Il suo apporto di calorie, infatti, è addirittura pari a quello di un bicchiere di aranciata o di latte, ed è di molto inferiore alle altre bevande alcoliche, come il vino ed i superalcolici. Lo stesso discorso va fatto per le cosiddette birre light, che in realtà hanno un carico calorico di poco inferiore alle chiare normali: anche in questo caso, così come per la doppio malto, si tratta più che altro di una mossa di marketing.

birra

La birra chiara non fa ingrassare! (photo credits: dailymail)

Birra chiara: la birra chiara e le bottiglie verdi

Vi siete mai chiesti perché la birra chiara viene spesso confezionata all’interno di bottiglie di colore verde? Il motivo è semplicemente estetico: il giallo della birra chiara, riflesso dal vetro verde, fa sembrare la birra brillante e invoglia di più all’acquisto. Questo, però, ha un lato negativo: il verde non protegge adeguatamente la birra dai raggi UV, particolarmente dannosi soprattutto per la birra chiara. Ed è per questo motivo che molte case produttrici di birra utilizzano bottiglie marroni: meno entusiasmanti, ma sicuramente più utili per il mantenimento del gusto della vostra birra.

Birra chiara: va bevuta fredda?

La birra chiara va bevuta fredda. Ma non freddissima. Trattandosi di una bevanda rinfrescante, apprezzata soprattutto durante il caldo estivo, si tende a credere che più sia servita fredda, più sia buona. In realtà non è esattamente così: i vari tipi di birra richiedono delle temperature alle volte anche molto diverse. La birra chiara è fra le tipologie di birra che vanno servite non ghiacciate, perché una temperatura troppo bassa ne anestetizza e ne annulla la fragranza.

birra chiara

La birra chiara va gustata fredda, ma non ghiacciata (photo credits: sanremonews)

Dite la verità, sapevate già tutto? Se si, allora potete aspirare a diventare nostri Blogger Partner!

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine EAT - Mondo Mangiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Birra chiara: 5 cose da sapere ultima modifica: 2015-11-18T16:23:56+00:00 da Redazione CuDriEc
The following two tabs change content below.
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento