bormioli-bicchieri

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

In Prodotti by Raffaele2 Comments

Ballon, Grand Ballon, Bordeaux e Bourgogne. Scopriamo insieme le loro caratteristiche.

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

Bicchieri da vino, tra Ballon e flute. credit. Bormioli

Ballon. E’ il bicchiere dei rossi importanti.
I rossi che contano vanno bevuti in questo calice, lo dicono tutti! E sul contare dei vini e del loro essere importanti… potrei lasciar correre. Ma non lo faccio! Apro perciò una piccola parentesi. In questo particolare momento di garbuglio politico-sociale-enologico, quali sono realmente i vini che contano? Al melmoso quesito non saprei rispondere.

Lorenzo Da Vinci selezione specialità enogastronomiche italiane di eccellenza da piccoli produttori. Scopri ora!

Banner 2017 Image Banner 728 x 90

L’importanza di un vino è proporzionabile al prezzo?

E’ credenza comune che l’importanza di un vino sia necessariamente da proporzionarsi al prezzo. Io invece, dal “cantone” mio, considero che il prezzo (spesso, ma non sempre), sia lontano dalla qualità attribuita al contenuto della bottiglia. E che vada invece (spesso, ma non sempre… che l’ho già detto?) a compensare spese esose, come una campagna di marketing. O come la parte eno-tecnologica dell’azienda, tra cui la tanto odiata barrique-nuova-ultra-tostata. O come, nella peggiore delle ipotesi, parte della fattura stellare dell’architetto che ha progettato il mega galattico cancello di oro, incenso e mirra. Che ti accoglie alle vigne e ti fa immaginare San Pietro come usciere. Morale? Fondamentalmente direi che i rossi che contano non si contano solo a suon di monete. Io non me la bevo più!

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

A volte i cancelli fanno la differenza! Foto da web

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

Ma torniamo al cristallo.
Il Ballon è il più panciuto dei calici e, anche se ci sono delle differenze tra Ballon, Grand Ballon, Bordeaux e Bourgogne, al ristorante verranno tutti proposti come generici ballon nel novanta per cento dei casi. Quindi giochiamo al ribasso e facciamo di tutta un’erba un fascio!
Essi sono i bicchieri da vino dell’inverno. Nessuno lo ha mai visto in posa da copertina patinata su una spiaggia o su uno Yacht. Diversamente invece sono molte le pose di codesti calici di fronte al caminetto acceso. Quindi, se non lo sapevate, ve lo dico io: le cristalliere sono come gli armadi, conoscono il cambio di stagione.

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

Data la tipologia di vini cui sono dedicati, i ballon sembrano essere vini da inverno. Foto da web

Per un vino importante occorre un calice importante.

I Ballon sono i bicchieri da vino da gran maestro. Li impugnano con fare dotto gli accoliti diretti degli Imam del vino. Solo loro possono. Devi aver stretto personalmente la mano a Michel Rolland. Aver fatto almeno i tre corsi Ais e tre Master a casaccio per utilizzarli. Ma la prova del nove sarà recitare a memoria l’enciclopedico “Annuario Migliori Vini Italiani” di Luca Maroni!
Ma insomma! Ballon e affini non sono delle armi belliche, clave da rissa del Giurassico, come all’apparenza sembrerebbe. Sono  preziosi strumenti che danno importanza al liquido che ospitano. Il calice in sé influenza enormemente la degustazione, sia da un punto di vista olfattivo che gustativo. Ballon, Grand Ballon, Bordeaux e Bourgogne sono adatti a vini di grande struttura e/o affinati a lungo. Tra questi il cosiddetto taglio bordelese, meglio ancora se di Bordeaux. Ma anche i nostrani e prestigiosi Barolo, Brunello e Barbaresco sono vini da versare in questi bicchieri.

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

I ballon sono calici per vini di importanza, come il Barolo, Barbaresco, Brunello o da taglio bordolese. Foto da web

 Cerca su dalani i calici da vino in offerta in questo momento. Scopri ora!

Dalani

Le caratteristiche dei calici.

L’importante capacità di questi calici sarà infatti quella di far esprimere al meglio la complessità del bouquet che questi vini custodiscono. Permettendo ai vini invecchiati di liberare quel mutamento imprigionato dalla bottiglia e donato dal tempo. Vini di così ampio spessore necessitano di ossigenazione. Questo bicchiere risulta così il miglior mezzo per poterli esprimere. Migliore il processo di decantazione proprio rispetto al decanter, che rischierebbe di far perdere le sfumature preziose del bouquet olfattivo. Necessariamente migliore di un calice ISO, che invece rende questi vini “muti”. La forma strutturale del ballon consente di accompagnare il liquido prima sulla lingua e poi sulle gengive, evitando così un’entrata brutale dei tannini in bocca. Questo favorirà, e non poco, la componente gustativa.

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

Tipologie di ballon. foto da web

Scoprite i viaggi di Boscolo. Itinerari enogastronomici per assaporare il carattere di un territorio. Scopri ora!

GIFT Contenuto 728x90

Ballon = grandi vini.

Per cui non dimenticate la regola base per ogni cristalliera che si rispetti: la corrispondenza Ballon = Grandi Vini.
Ma se al momento della cena con amici e parenti non disponete di grandi vini in cantina e volete comunque cospargervi di aura bianca dorata, provate a mettere nel Ballon il vino che avete, anche da bag in box. Per trasmigrazione il liquido muterà in un grande vino! Basterà roteare il calice con fare sapiente ed elargire ai vostri commensali tutte le note odorose che sarete stati in grado di discernere. Mi raccomando, non dimenticate le note di anice stellato infuso in un elisir di cardamomo allo Chartreuse, con sottofondo di pelliccia di leopardo in amore, smacchiata dal Vernel.

Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino

“Mi riservo il ballon per quando il dottore mi dirà: “…Vino? Solo un bicchiere al giorno!”. Foto: Vino e Salute

Il mio punto di vista.

Va bene, forse si è intuito: io non apprezzo molto questo calice. Credo che ossigeni troppo rapidamente i vini e bla bla bla. In realtà diciamo che non lo apprezzo in questo particolare momento di vita. Me lo riservo per la vecchiaia. Per quel fatidico momento in cui il dottore, perentorio, mi dirà: “…E di vino un calice al giorno!”. Ecco. Lì, la capacità da 500 ml del Ballon sarà una peculiarità che apprezzerò in maniera inestimabile.

di Raffaele Marini

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine EAT - Mondo Mangiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Ballon e affini. Ancora bicchieri da vino ultima modifica: 2017-01-26T12:05:35+00:00 da Raffaele
The following two tabs change content below.
Raffaele Marini è nato nel 1976 e dopo un lungo affinamento in bottiglia esce raccontando di vino, organizzando degustazioni e guidando corsi di formazione sul vino. Collabora con aziende vitivinicole di alto livello per la commercializzazione sul mercato nazionale e su quello internazionale. Si occupa di consulenze per la realizzazione delle carte dei vini per ristoranti e operatori del settore. Scrive di vino; ama i vini che siano naturali (ben “avvenuti”), ma anche gli altri; di certo non ama gli industriali (e non solo per ciò che concerne i vini).
Condividi questo articolo su:

Comments

  1. Lisco Antonella

    Salve
    Non sono una grande intenditrice di vino, ma concordo con quanto letto.
    Articolo interessante.

  2. Author
    Raffaele

    Grazie Antonella!
    Mi fa molto piacere ricevere apprezzamenti per quanto scritto. E poi…possiamo dire che sarà una futura buona intenditrice di vino!
    Raffaele Marini

Lascia un commento